TEMPRA AD INDUZIONE

La tempra ad induzione prevede il riscaldamento d’austenizzazione, localizzato sulla zona che si desidera indurire, seguito da una tempra martensitica e da un rinvenimento di distensione.

 
Il riscaldamento ad induzione è il più usato per la tempra superficiale degli acciai ed avviene per trasferimento di energia elettrica (a bassa, media od alta frequenza) tramite un induttore o più comunemente chiamato bobina.
Questo trattamento ha lo scopo di migliorare la resistenza ad usura e a fatica dei particolari meccanici.
Display tempra ad induzione

La scelta di una tempra localizzata ad induzione e vantaggi della stessa sono facili da intuire:

  • capacità d’indurire soltanto alcune superfici del particolare. Molti organi meccanici come camme, alberi cuscinetti, ecc… devono essere induriti su zone ben definite per motivi funzionali,
  • possibilità di variare lo strato indurito da zona a zona. E’ possibile l’indurimento di più zone di uno stesso pezzo con profondità diverse ottimizzando le caratteristiche meccaniche di ogni regione del pezzo,
  • necessità di contenere le deformazioni. La possibilità di una tempra selettiva sulle sole superfici interessate da usura diminuisce le deformazioni specie su pezzi di dimensioni e geometria complicata che se trattati in modo massivo sono soggetti a distorsioni importanti

Metaltempra Srl consiglia per particolari scarsamente sollecitati ma che devono resistere a severe condizioni di usura una profondità di indurimento tra 0.5 e 1,5mm ma è possibile aumentare lo spessore temprato diminuendo la frequenza di riscaldo del generatore fino a 4-6mm in base alle necessità a scapito però di deformazioni e un incremento del rischio di rottura

La massima durezza dello strato temprato è in funzione esclusivamente dal contenuto di carbonio dell’acciaio e dalla quantità di martensite ottenuta dopo tempra mentre la durezza superficiale più idonea dipende dal tipo di impiego cui è destinato il pezzo trattato e dal tipo di acciaio usato per la sua costruzione.

Metaltempra ha generatori di riscaldo in grado di erogare frequenze da 300.000 kHz a 10.000 kHz per fornire un ampio range di profondità di tempra.

Scorri verso l'alto

In questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare report sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore . Maggiori informazioni: Cookie policy